Democratici Anonimi, per chi è stanco di votare PD

I° Congresso Intergalattico sulla Partitodemocratite

I° Congresso Intergalattico sulla Partitodemocratite Compulsiva Recidivante
Sindrome, Profilassi e Terapie di Recupero

con la partecipazione del Dott. Prof. Pablo Alejandro Fidel de la Eschierda, Professore Ordinario di Traumatologia Politica al Policlinico Universitario di Madrid

Lunedì 1 Giugno
Ore 20.30
Piazza Mastai
Festa di Sinistra e Libertà
Roma

seguirà concerto dei Komic Blues

R.S.V.P. democraticianonimi.segreteria@gmail.com

10 commenti:

  1. Sinistra e Libertà è composta da appartenenti a forze politiche escluse dal parlamento italiano non per responsabilità del PD ma perché punite dagli elettori per la scarsa credibilità dei loro dirigenti critici con il governo di cui facevano parte ma inchiodati alle loro poltrone. Oggi questi dirigenti che ricoprivano posizioni di primordine (ministri, parlamentari, presidente della camera) invece di fare autocritica fanno "autocritica" al PD veramente un branco di patetici nullafacenti.

    RispondiElimina
  2. La cura che proponete è peggio della malattia!!! VOTA COMUNISTA!!!

    RispondiElimina
  3. Siamo solo capaci di fare a chi ha la falce e martello più lunga. L'Italia è piena di indecisi, che di politica capiscono solo quello che arriva dai media. Facciamo ancora un po' di confusione, in un momento in cui la destra è tanto debole da far ridere tutta l'Europa, forse valeva la pena di prendersela con loro, anzichè con chi sta comunque da questa parte. A TRE GIORNI DALLE ELEZIONI? Un suicidio puro e semplice, beati voi...

    RispondiElimina
  4. Grazie per avermi aiutato a disintossicarmi. :D

    POTERE AL DUBBIO!

    RispondiElimina
  5. Perché bisogna votare Pd

    Lo so, molti elettori sono esasperati, hanno vissuto male questo nuovo partito, lo hanno amato, in alcuni casi, senza essere ricambiati (dal Pd e dalla sua politica). Molti entusiasti della prima ora sono rimasti delusi, molti delusi in partenza sono rimasti entusiasti di essere delusi. Però, facendo questa campagna elettorale, una campagna elettorale difficile soprattutto dalle mie parti (in partibus infidelium), mi rendo conto che da questo Paese sta scomparendo la politica. Ed è pericoloso e preoccupante. E tutto si gioca e si 'brucia' in poche battute, sulla sicurezza anche dove sono tutti sicuri, sulla casta anche dove il sindaco guadagna qualche centinaio di euro, sulla polemica e sul gossip, perché non abbiamo parole per descrivere la crisi, per interpretarla, per offrire quelle soluzioni che ci consentirebbero di farvi fronte e di uscirne. La politica non c'è più e, invece, sarebbe necessaria a ciascuno di noi, se solo fosse capace di parlarci, di dirci qualcosa, di permetterci di essere più forti e sereni. Per farlo, ci vuole una forza grande e autorevole, nel nostro campo, perché sia possibile lanciare la sfida a B e ai suoi. È un argomento semplice fino alla rozzezza, il mio, ma è l'unica cosa che sento davvero. Sono preoccupato e sono arrabbiato, come tanti di voi, per il tempo che abbiamo buttato via. Per il futuro che non sappiamo più raccontare. Per la cattiveria di questi tempi. Vorrei che seguiste il mio consiglio, anche e soprattutto se, come me, volete cambiarlo, questo partito. Perché per cambiarlo, prima bisogna votarlo. Bisogna dargli forza, bisogna costruirlo. Fatelo e questa volta, ve lo prometto, non ve ne pentirete. Perché c'è qualcosa di nuovo, nell'aria cupa dei tempi nostri. Il mio è un impegno preciso, non è una favola, anche se mi sento un po' come il gatto con gli stivali: al giovane che lo riceve come unica eredità, rispondendo alla sua delusione fin troppo comprensibile, il gatto promette: «insieme potremo fare molto». Incominciamo il 6 e il 7 giugno. Perché il Pd più lo voteremo, più lo cambieremo.

    RispondiElimina
  6. Girano messaggini di candidati del Partito Democratico indirizzati ad elettori ed elettrici di Sinistra, privi oramai di qualsiasi ragionamento politico. Pur di cercare voti ingannano la buona fede degli elettori.
    Uno di questi chiede il voto sulla base di due affermazioni: votateci perché in Italia c’è il regime, non votate liste che sono a rischio di quorum.
    Ma che PD è questo che si accorge del rischio di regime nelle ultime ore di campagna elettorale? Ma non ci aveva detto pochi mesi fa che questa doveva essere la legislatura “costituente”, che bisogna fare le riforme con Papi? E vogliamo fare l’elenco dei provvedimenti votati in Parlamento con la destra?
    Il rischio di regime si contrasta facendo opposizione, nelle istituzioni e nel Paese. E quando ci sono le elezioni un’opposizione che si rispetti cerca di togliere voti a Berlusconi, non cerca, invece, di fare tabula rasa di chi si batte per portare in Europa eletti della sinistra.
    La verità è che Franceschini e i suoi chiedono voti non per battere Berlusconi e fermare il regime. Chiedono voti per sopravvivere come ceto politico, a qualsiasi costo.
    Prima si mettono d’accordo con Berlusconi sul quorum e poi dicono di non votare quelli che si stanno battendo per raggiungerlo. A differenza di un anno fa dove c’era il premio di maggioranza, care elettrici ed elettori del Partito Democratico, questa volta Sinistra e Libertà superando il 4% porterà in Europa più parlamentari di sinistra e li toglierà innanzitutto alla destra.
    E’ così che il PD pensa di prepararsi alle elezioni regionali tra un anno? E’ così che pensa di contrastare Berlusconi alla prossime politiche?
    Elettrici, elettori del PD, non fatevi prendere in giro. Il voto è un atto di libertà. Votare Sinistra e Libertà serve a togliere eletti alla destra e serve anche al PD. Nel fargli capire che senza alleati forti, da solo, non va da nessuna parte.

    RispondiElimina
  7. Credo che sia la prima volta che un alleato forte organizza una manifestazione per prendere per i fondelli un alleato a tre giorni dalle elezioni. Nessuno contesta l'opportunità di liste variegate a sinistra, ma non è elegante farsi la guerra, e soprattutto può essere pericoloso...O no?

    RispondiElimina
  8. Bellissimo spot, il PD è a tutti gli effetti inguardabile e ad averlo votato ci si deve vergognare proprio. Hanno scritto sulla fronte "Vi stiamo prendendo per il c*l*"
    Ultima dimostrazione le primarie e quel premio nobel di rutelli.
    Purtroppo però non vedo alternative serie nè a destra nè a sinistra.Io voterei tanto una corrente seria, un po' idealista, ma pragmatico nell'azione e soprattutto composta da persone ONESTE e CAPACI. Più mi informo, meno mi viene voglia di votare. Sinistra e libertà compresa.

    Comunque bello spot

    RispondiElimina
  9. Cari Democratici Anonimi,
    abbiamo sporto denuncia nei vostri confronti perchè avete pubblicato una lettera a Napolitano sottoscrivendola con i nomi

    e i riferimenti di persone inconsapevoli della cosa, rubando tali dati dalle liste degli iscritti ai Verdi e violando in

    tal modo il diritto alla privacy che ci era stato garantito al momento dell'adesione.
    Come si può vedere al link: http://appellonapolitano.blogspot.com/
    Complimenti, bella trasparenza e serietà!
    Cordiali saluti

    huila86@yahoo.it

    RispondiElimina